21 settembre

Basta cibo spazzatura: educhiamoci alla salute

Torino-Lingotto Fiere

Secondo l’Onu e l’Organizzazione mondiale della sanità, la malnutrizione ha tre facce: sotto-alimentazione, carenza di micronutrienti e sovra-alimentazione.

Questi problemi si manifestano, nel nord come nel sud del mondo, in presenza di povertà economica ed educativa. Accade in Africa, dove dadi, formaggini e latte in polvere hanno soppiantato in molti paesi i loro sostituti naturali, così come nelle zone socialmente vulnerabili delle città del mondo occidentale, dove l’accesso al cibo fresco, sano e locale è spesso un’utopia. La rete di Slow Food porta le sue esperienze e presenta le iniziative messe in atto per diffondere una maggiore consapevolezza sul cibo che mangiamo e la nostra salute.

Intervengono:

  • Ana Edna Antonuela Ariza Retamozo, chef del ristorante MiniMal di Bogotá, membro dell’Alleanza Slow Food dei cuochi in Colombia, Colombia.
  • Fosca Nomis, Italia,  responsabile Relazioni istituzionali Save The Children;
  • Jhon Wanyu, Uganda, coordinatore Slow Food per l’Alleanza Slow Food dei cuochi;
  • Shane Holland, Regno Unito, direttore di Slow Food nel Regno Unito e fiduciario di Slow Food Londra;
  • Menar Meebed, Egitto, coordinatore Slow Food Egypt e fondatore del Minnies Dried Fruits & Vegetables project;
  • Antonella Cordone, Italia, Senior Technical Advisor, Nutrizione, IFAD – Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo

Modera: Andrea Pezzana, Italia, SC Nutrizione Clinica ASL Città di Torino.

I Forum tematici di Terra Madre hanno per protagonisti i delegati della rete e sono aperti al pubblico fino a esaurimento posti.

Ingresso prioritario ai delegati. L’accesso richiede l’iscrizione in loco.

21 settembre

16:00 - 18:00

Stand:
Food for Change – Cibo e salute/ Food and Health – Pad./Pav. 2