22 settembre

Le regine dei mari

Torino-Lingotto Fiere

Tradizionalmente, il mestiere della pesca è appannaggio degli uomini. Tuttavia, esistono donne pescatrici e la presenza femminile è ben attestata nel settore della trasformazione del prodotto ittico.

Spesso le donne lavorano in strutture cooperative e si occupano della preparazione del pesce prima che venga immesso sul mercato: lo essiccano, lo affumicano, lo salano, realizzano bottarghe e sottoli. Ascoltiamo le testimonianze delle donne della rete di Slow Fish, le regine dei mari, e lasciamoci incuriosire dalla complessità del loro mestiere.

Intervengono:

  • Doña Ernestina António Chipita, Angola, trasformatore di pesce e direttore esecutivo della cooperativa Centro de Salga e Seca de Apoio às Mulheres Processadoras;
  • Akeisha Clarke, Grenada, pescatrice, contadina e attivista. Rappresentante di “Petite Martinique Women in Action”;
  • Hilda Adams, Weskus Mandjie, pescatrice, contadina e attivista. Rappresentante di “Petite Martinique Women in Action”;
  • Jucilene Viana Jovelino, Brasile, Quilombo Kaonge, Oyster Food Community, Bahía;
  • Aurizania Delgado Monteiro, Capo Verde, Fisher e produttore;
  • Adelaida Lim, filippina; sta lavorando per non dimenticare i metodi di una tradizionale salsa filipina;
  • Alice Miller, ricercatrice e direttrice dell’IPNLF (International Pole and Line Foundation);
  • Hasanah Kehmasaw, Thailandia, Chatjaporn Loyplew, rappresentanti dell’impresa sociale dei pescatori tailandese.

ModeraClaudia Orlandini, LIFE (Low impact Fisheries of Europe), Italia, rete Aktea Women in Fishing and aquaculture; Comunicazione responsabile della piattaforma LIFE (Low Impact Fisheries of Europe).

I Forum tematici di Terra Madre hanno per protagonisti i delegati della rete e sono aperti al pubblico fino a esaurimento posti.

Ingresso prioritario ai delegati. L’accesso richiede l’iscrizione in loco. 

22 settembre

11:00 - 13:00

Stand:
Food for Change – Slow Fish – Pad. 2/Pav. 2