21 settembre

Slow Fish Caribe

Torino-Lingotto Fiere

Lanciato nel 2017, il progetto Slow Fish Caribe coinvolge diversi paesi del mar dei Caraibi (tra cui Messico, Colombia, Honduras, Barbados, Costa Rica), con l’obiettivo di rafforzare e diffondere modelli di conservazione e consumo responsabile nelle aree protette e di tutelare la biodiversità marina e costiera.

I due cuori del progetto sono la riserva Sea Flower in Colombia e le Riserve della Biosfera di Sian Ka’an e Banco Chinchorro in Messico. I protagonisti del progetto, finanziato dall’Unione europea e guidato da Slow Food in collaborazione con alcune organizzazioni partner locali, sono le comunità di pescatori, raccoglitori e trasformatori artigianali di questi territori. A Terra Madre li incontriamo, ascoltiamo le loro storie e i progressi compiuti nel primo anno di lavoro.

Relatori:

  • Flor de María Fallas Quesada, Costa Rica, chef del ristorante “Pescadores”.
  • Akeisha Clarke, Martinica, pescatrice, contadina e attivista. Rappresentante di “Petite Martinique Women in Action”.
  • Diana Patricia Vasquez Cardenas. Honduras, biologi marini, direttore esecutivo del Centro de Estudios Marinos (CEM).
  • Remigio Morgan Avila. Panama, rappresentante della Fondazione Balu Uala e membro della comunità indigena di Duna Yala.
  • Angela Maria Arango. Colombia, Coordinatore territoriale della Fondazione ACUA
  • Jose Angel de la Cruz Canto Noh, Messico, pescatore di aragosta spinosa del Banco Chinchorro e Sian Ka’an

Moderatore: Liliana Vargas Vásquez, Colombia, Coordinatrice Slow Fish Caribe

I Forum tematici di Terra Madre hanno per protagonisti i delegati della rete e sono aperti al pubblico fino a esaurimento posti.

Ingresso prioritario ai delegati. L’accesso richiede l’iscrizione in loco. 

21 settembre

14:00 - 16:00

Stand:
Food for Change – Slow Fish – Pad. 2/Pav. 2