Agenda del giornalista

Conferenze stampa, inaugurazioni e presentazioni da non perdere a Terra Madre Salone del Gusto

Domenica 23

Ore 10 – Conferenza. La Democrazia alimentare per il cambiamento: cooperazione decentrata e patti urbani sul cibo

Arena Terra Madre Oval. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

La cooperazione decentrata tra città e governi locali contribuisce con progetti di lotta alla fame e povertà, a processi virtuosi di democrazia locale partecipata. Il workshop ripercorre le esperienze più significative realizzate da città italiane ed europee in partnership con municipalità di Africa e Medio Oriente, per riflettere sulle prospettive di cambiamento aperte dai Patti trans-locali sul cibo, come il Milan Urban Food Policy Pact, o i patti civici che legano in modo nuovo cittadini e autorità locali. Un focus rilevante sarà rappresentato dal ruolo strategico che gioca la diaspora in questi processi. Evento organizzato dalla Città di Torino – Gabinetto della Sindaca – Ufficio cooperazione internazionale e pace, nel quadro dei progetti: Le ricette del Dialogo, Paisim, Municipi senza frontiere – Burkina Faso, Meno rifiuti più risorse, Pier Market e nel quadro dell’adesione della Città di Torino al Milan Urban Food Policy Pact. Intervengono: Egidio Dansero, Università degli Studi di Torino; Cleophas Adrien Dioma, Summit Nazionale delle Diaspore/Ottobre africano; Simona Guida, Cisv; Simonetta Paganini, ANCI; Dijbril Diao, Caper Sas, Senegal; Babacar Sarr, Fesfop, Louga, Senegal; Mamadou Bâ, Maire de Léona, département de Louga, Senegal; Silvia Ragazzi, Comune di Milano Modera: Maria Bottiglieri, Città di Torino.

 

Ore 11 – Conferenza. Cambiamento climatico: come affrontare la più grande sfida dei prossimi decenni?

Sala Gialla Lingotto Fiere. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Il cambiamento climatico è un’emergenza. Le sue conseguenze – sociali e ambientali – sono evidenti e le previsioni future sempre più sconcertanti. Eppure, l’allarmismo non è l’atteggiamento corretto per affrontarlo, così come è sbagliato ignorarlo, se non addirittura negarlo. Dall’India, lo scrittore, giornalista e antropologo Amitav Ghosh e l’ambientalista e attivista Sunita Narain, portano a Terra Madre due strumenti per affrontare questa urgenza: la narrazione e l’impegno. E mostrano come chiunque di noi possa a sua volta fare qualcosa per occuparsi di questo problema.

 

Ore 11 – Incontro #foodforchange, l’evoluzione del gusto

Nuvola Lavazza, Via Ancona 11/A. Prenotazione obbligatoria su www.lastampa.it/nuvolasalonedelgusto; i giornalisti possono accreditarsi scrivendo a Pressoffice@lavazza.com.

Con Carlo Petrini, Ferran Adrià. Modera Luca Ubaldeschi.

 

Ore 16 – Conferenza. Come gestire il cambiamento? Dalla filosofia al mondo degli insetti: istruzioni per vivere

Sala Gialla Lingotto Fiere Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Il mondo sta cambiando a una velocità impressionante, e per gli esseri umani è imperativo essere pronti ad affrontarlo. Ma con quali strumenti? La filosofia e la scienza possono tornarci utili per assumere un atteggiamento più positivo in questa epoca di transizione? Ne discutono il filosofo tedesco Wilhelm Schmid, autore di libri quali Filosofia dell’arte di vivere, L’arte dell’equilibrio e Felicità, e l’entomologo ed ecologo Gianumberto Accinelli che ha pubblicato, La meravigliosa vita delle api e La meravigliosa vita delle farfalle, entrambi dedicati all’analisi dei comportamenti degli insetti. Modera Manuela Fossati Dondoni, direttrice della rivista La Cucina italiana.

 

Ore 16 – Presentazione del libro Il mondo del gelato Torino

Piazza del Gelato, Pad. 2 Lingotto Fiere. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

«Siamo inondati da preparati freddi chiamati indistintamente gelato e che spesso sono altro; per riconoscerne le qualità, occorre comprendere a fondo il prodotto e le sue declinazioni territoriali, il suo percorso storico e le leggi che si nascondono dietro alla sua apparente semplicità». Il mondo del gelato, recentemente pubblicato da Slow Food Editore, è il manuale completo per conoscere meglio uno degli alimenti più amati da tutti. Presentazione con l’autore Roberto Lobrano. Incontro con degustazione di alcuni gusti tratti dal ricettario.

 

Ore 18 – Presentazione del libro Con tutti i miei sensi. Storia di una cuoca rivoluzionaria

Nuvola Lavazza, Via Ancona 11/A. Prenotazione obbligatoria su www.lastampa.it/nuvolasalonedelgusto; i giornalisti possono accreditarsi scrivendo a Pressoffice@lavazza.com.

Alice Waters dialoga con Carlo Petrini Modera: Cesare Martinetti, direttore Origami. Sono passati 47 anni da quando Alice Waters ha aperto le porte di Chez Panisse, il “ristorantino francese” di Berkeley, che ha dato inizio alla rivoluzione culinaria in America. Alice ha introdotto concetti quali la sostenibilità, l’importanza nella scelta degli ingredienti, il piacere di cucinare per gli altri. Ricordando per la prima volta, con le sue parole, le persone, i luoghi, le circostanze e i pasti che più l’hanno influenzata nel corso della vita, Alice delinea il ritratto di una giovane donna dei sobborghi del New Jersey che approda nella California del Nord, trovandosi al centro della nascente controcultura. Presa nel vortice di tumultuosi eventi politici e di complicate vicende personali riesce a raffinare la sua estetica, impegnandosi nella ricerca del sapore perfetto, unico e giusto.

 

Ore 18 – Conferenza. Compagnia di San Paolo

Sal Pod. 2 Oval

Attraverso le quattro parole chiave sovranità, ecosistema, comunità e salute, fortemente interconnesse nel disegnare un quadrato della solidarietà, verranno analizzati, con la partecipazione di esperti, gli orientamenti e i saperi emersi dai progetti sostenuti. Affinché l’aiuto non si trasformi in assistenza, è necessario porre attenzione alle forme del donare, permettendo alle persone di poter scegliere e offrendo loro nuovi spazi di sovranità e cittadinanza. La lotta allo spreco alimentare ha bisogno di un eco-sistema costituito da una pluralità di attori e connessioni, di policy e strumenti incentivanti, di analisi e forme organizzative per sfruttare appieno le potenzialità dei luoghi che creano eccedenze. La partecipazione della comunità prevede l’attivazione di reti di prossimità, capaci di intercettare i bisogni e le risorse locali, per costruire risposte personalizzate e, allo stesso tempo, riportare l’aiuto nella dimensione del quotidiano, dentro una relazione di scambio.

Qualificare la raccolta e la distribuzione del cibo pone inoltre l’attenzione sulla salute, in particolare tra le fasce deboli, maggiormente esposte nel tempo a problematiche sanitarie di cui sono noti non solo i costi umani ma anche quelli economici.

Intervengono: Carlo Petrini, Presidente di Slow Food; Francesco Profumo, Presidente della Compagnia di San Paolo; Marco Lucchini, Segretario generale della Fondazione Banco Alimentare onlus; Giuseppe Costa, Professore Ordinario del Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche dell’Università degli Studi di Torino; Egidio Dansero, Professore Ordinario del Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università degli Studi di Torino, Coordinatore del progetto Atlante del Cibo; Marco Malfatto, Coordinatore dell’area ligure dell’Associazione Comunità San Benedetto al Porto di Genova; Coordinatore del progetto Ricibo; Georges Tabacchi, Co-direttore della Biennale della Prossimità. Modera: Luca Iaccarino, Giornalista.

 

Ore 18,30 – Conferenza. Food is Culture: il patrimonio gastronomico come identità culturale

PAV (Parco Arte Vivente – via Giordano Bruno 31, Torino)

Il patrimonio culturale gastronomico in Europa è una risorsa inestimabile ma troppo spesso sottovalutata: è largamente utilizzato per promuovere il turismo ma quasi mai trattato come una risorsa che può rafforzare il senso di appartenenza e di integrazione sociale. Questo patrimonio è in pericolo a causa dell’agricoltura industriale e la standardizzazione del gusto. Per questo motivo Slow Food, nell’ambito dei festeggiamenti per i 10 anni del PAV, lancerà ufficialmente il progetto Food is Culture, che si impegnerà a creare un’opera multimediale dedicata alla cultura gastronomica (che viaggerà in varie città europee per diffondere le storie e le tradizioni gastronomiche); una call to action rivolta a cuochi e studenti delle scuole, una biblioteca umana con storie di migranti e molto altro.

 

Ore 21,30 – Parata delegati Terra Madre

Oval/ Pizzale Nizza

Parata dei delegati di Terra Madre che sfileranno con circa 3000 pagnotte di vario genere accompagnati da 40 musicisti provenienti da tutto il mondo. Arrivo a Piazzale Nizza, scambio dei pani, lancio della nuova campagna Food for Change, discorso di Carlo Petrini. Ore 22, spettacolo musicale.

 

Lunedì 24

Ore 11 – Presentazione Nazionale di Osterie d’Italia 2019, a cura di Slow Food Editore

Sala Gialla Lingotto Fiere

Osterie d’Italia è giunta alla sua ventinovesima edizione, un traguardo importantissimo che viene celebrato con un momento durante il quale si ragiona su cosa sia oggi l’osteria. A guidarci è il Decalogo dell’osteria contemporanea che viene raccontato dai due curatori – Marco Bolasco ed Eugenio Signoroni – insieme ad alcuni osti e ospiti per coglierne il significato profondo.

Durante la presentazione vengono anche consegnati sei premi speciali che, a partire da questa edizione, saranno attribuiti ad altrettante osterie. Queste e altre sorprese nell’incontro del 24.

 

Ore 15 – Conferenza stampa di chiusura di Terra Madre Salone del Gusto

Lingotto Fiere – sala da definire. Ingresso riservato ai giornalisti. Maggiori informazioni presso la Sala stampa dell’evento.

Official Partner

Con il sostegno di

Con il contributo di