Eataly a Terra Madre Salone del Gusto – Una festa tra le stelle e molto altro

Uno Slow Party tra piatti stellati, musica, spettacoli circensi, laboratori e visite guidate, ma anche Appuntamenti a Tavola, Laboratori del Gusto e progetti importanti come Bee the Future.

Eataly a Terra Madre Salone del Gusto. Per chi non è riuscito a prenotare uno dei nostri Appuntamenti a Tavola, giovedì 20 settembre Eataly propone un’occasione di festa e di alta gastronomia.

Si chiama Eataly Slow Party, ed è un’occasione speciale in cui l’ex fabbrica Carpano si trasforma in un palcoscenico i cui protagonisti indiscussi saranno le eccellenze enogastronomiche italiane, i produttori, gli chef stellati del Piemonte, gli artisti circensi e molte altre sorprese.

Due le formule proposte:

Affrettati a prenotare entro il 26 agosto: i prezzi sono più convenienti!

Ma Eataly a Terra Madre Salone del Gusto è molto di più.

A cena con Moreno Cedroni

Tra gli Appuntamenti a Tavola segnaliamo il 24 settembre la cena con Moreno Cedroni. In Un viaggiatore senza tempo, Moreno propone un viaggio lungo 34 anni tra i piatti che hanno reso celebre la Madonnina del Pescatore, in una continua fusione tra due forze ugualmente incisive: la creatività e la tradizione.
Moreno Cedroni: un viaggiatore senza tempo

I Laboratori del Gusto in Sala Punt & Mes

Eataly, inoltre è sede di numerosi Laboratori del Gusto, che raggruppiamo per data, escludendo quelli per cui abbiamo esaurito i posti.

Giovedì 20 settembre

Venerdì 21 settembre

  • Ore 12: Le stagioni dell’aceto balsamico tradizionale di Modena
    L’incontro con un’alchimia, in cui i partecipanti potranno degustare quattro diversi balsamici in purezza abbinati con quattro diverse proposte gastronomiche.
  • Ore 15: Abbinamenti insoliti: whisky e formaggi dalle isole britanniche
    Per conoscere uno fra gli abbinamenti più classici e allo stesso tempo insoliti, un matrimonio d’amore tra i nobili distillati di cereali e il latte dei verdi pascoli britannici. La selezione di cinque whisky scozzesi e irlandesi è a cura del Whisky Club Italia, mentre i formaggi a latte crudo sono selezionati da Neal’s Yard Dairy.
  • Ore 18: Barbera, un vino al femminile
    Un laboratorio studiato per confrontare le differenze tra la versione di Langa e di Monferrato. La squadra d’Asti è capitanata dal re della Barbera Giacomo Bologna che con le sue selezioni ha conquistato il mondo, degni comprimari Cascina Castlèt e Luigi Spertino; per le Langhe rispondono Gianfranco Alessandria, le Tenute di Mirafiore e Ca’ Viola.

Sabato 22 settembre

Domenica 23 settembre

  • Ore 12: God save the beer, viaggio nella tradizione brassicola britannica
    Molte tipologie sono costruite sulla loro potenza alcolica, sulla ricchezza del corpo e sull’ampiezza del sorso: barleywine, imperial stout, old ale sono solo alcuni degli esempi che si possono fare e che si scoprono in un ricco e inedito laboratorio dedicato al Regno Unito.
  • Ore 15: Formaggi norvegesi a latte crudo, sidro e birra kveik
    Formaggi norvegesi a latte crudo, tra cui i Presìdi Slow Food del geitost artigianale del fiordo di Sogne e del pultost delle contee di Hedmark e Oppland, abbinati alla birra prodotta partendo dal tipico lievito kveik e al sidro di mele prodotto lungo i fiordi di Hardanger e Sogne.

Lunedì 24 settembre

  • Ore 12: Forma e sostanza, l’agnolotto secondo Ugo Alciati e Walter Ferretto
    Agnolotti stellati a confronto: i classici plin di Alba incontrano i gobbi di Asti.
  • Ore 15: Una lenticchia tutta nera!
    Conosciamo il nuovo Presidio Slow Food nelle proposte del ristorante Il gelso nero di Barrafranca: la zuppetta di lenticchia nera con robiola di capra girgentana, mandorla ennese e caviale di lumaca; la lenticchia nera speziata, gambero rosso avvolto nel guanciale affumicato e stracciatella di burrata.

I grandi progetti

Eataly, infine, è sostenitore ufficiale di Slow Food Italia e partner di Slow Food in alcuni progetti speciali che saranno illustrati a Terra Madre, come Bee the Future, promosso da Arcoiris, Eataly e Slow Food, un grande progetto che coinvolge 100 agricoltori di tutta Italia impegnati a introdurre miscugli biologici di piante mellifere (calendula, malva, fiordalisi…) in zone agricole intensive (come le monocolture di mais, nocciolo, vite), protagonista del forum Mettete dei fiori… nei vostri terreni, giovedì 20 alle 13 in Sala Azzurra.

La scelta, insomma, non manca!

Tags:

Official Partner

Con il sostegno di

Con il contributo di