A Terra Madre Salone del Gusto si rafforza il dialogo con i decisori europei

Lo spreco alimentare, le riforme necessarie in ambito di agricoltura e benessere animale, alternative agli organismi geneticamente modificati (OGM) sono tra i principali temi che verranno discussi con i funzionari dell’Unione Europea e coi i rappresentanti delle organizzazioni europee non governative in occasione della 12esima edizione di Terra Madre Salone del Gusto.

Il 20 settembre, il Commissario Europeo per la Salute e la Sicurezza Alimentare, Vytenis Andriukaitis, parteciperà all’inaugurazione ufficiale di Terra Madre Salone del Gusto e parteciperà a due Forum di Terra Madre: 

 

Nel corso della serata, Andriukaitis parteciperà al Convegno Spreco e Sicurezza Alimentare in UE (20 settembre ore 18.00 – Circolo dei Lettori, Via Bogino 9), che si concentrerà sul tema: “L’Europa nel mio piatto. Sprecare di meno, mangiare meglio.”

 

Altri relatori in rappresentanza di cinque direzioni generali (DG Affari marittimi e pesca, DG Ambiente, DG Salute e sicurezza alimentare, DG Migrazione e affari interni e DG Centro comune di ricerca) affronteranno questioni relative alla fertilità del suolo, agli effetti dell’inquinamento degli oceani sui prodotti ittici, ai benefici sull’utilizzo degli insetti in agricoltura e alle possibilità di utilizzare il cibo come veicolo di integrazione sociale.

“Terra Madre Salone del Gusto è un’occasione unica per rafforzare il dialogo con i decisori europei e le collaborazioni che portiamo avanti con le organizzazioni partner”, ha dichiarato Marta Messa, Consigliere Internazionale di Slow Food per l’Unione Europea e Direttore dell’Ufficio Europeo di Slow Food a Bruxelles. Sottolinea l’importanza del confronto diretto che i contadini, i produttori artigianali e gli attivisti della Rete Slow Food potranno avere con i rappresentanti delle istituzioni europee. “Le loro voci devono essere ascoltate”, aggiunge Messa.

 

ImageAll’evento parteciperà anche un numero significativo di ONG europee che si occupano di questioni ambientali, alimentari, agricole e sanitarie. Rappresentanti di organizzazioni come IFOAM EU Group – Federazione Internazionale dei Movimenti per l’Agricoltura Biologica, EPHA – Alleanza Europea per la Salute Pubblica, CIWF – Compassion in World Farming, Friends of the Earth Europe e Greenpeace parteciperanno alle discussioni su temi quali l’utilizzo delle gabbie negli allevamenti, l’alto consumo di zuccheri e gli effetti negativi dell’uso di pesticidi.

 

Food for Change è il tema di questa dodicesima edizione che – più che mai – cerca di stimolare e favorire il cambiamento che ognuno di noi può apportare. I cinque grandi temi che Slow Food ha scelto di evidenziare sono Slow MeatSlow FishSemiCibo e Salute e Api e Insetti. Alla manifestazione partecipano oltre 5.000 delegati provenienti da 140 Paesi, oltre 800 espositori, 300 Presìdi Slow Food e 500 comunità del cibo di Terra Madre.

L’elenco completo degli eventi è disponibile qui.

Tags:

Official Partner

Con il sostegno di

Con il contributo di